Territori di Formazione - Autori

Territori di Formazione - Autori

Caterina Iiriti

Caterina Iiriti

Melito di Porto Salvo (RC), 1989. Attualmente lavora come fotografa freelance. I suoi lavori sono stati esposti nel 2012 al premio Nascimben di Trevisto e allo Start Point di Firenze nel 2016 al Fahrenheit 39 di Ravenna e alla biennale dei giovani fotografi a Bibbiena. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti con indirizzo Grafica D’Arte. Nel 2013 accede al biennio specialistico in Fotografia per i BBCC presso l’ISIA di Urbino.

Igor Londero

Igor Londero

San Daniele del Friuli (UD), 1991. Vive e lavora tra Udine e Bologna. Partecipa a diverse esposizioni e premi: Artefatto, Trieste con l’Associazione Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo (BJCEM) nel 2012, 2010, 2009; Palazzo ConTemporaneo a Udine, ETRARTE nel 2013; Codice Italia Academy, Venezia, Palazzo Grimani nel 2015. Nel 2016 è finalista al Premio Nocivelli, Brescia. Si diploma in Scienze e Tecnologie multimediali all’Universita degli Studi di Udine e ha frequentato il corso Accademico di II livello in Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha partecipato a diversi laboratori didattici fra cui con Mario Cresci e Alessandro Calabrese. Nel 2015 è assistente di Carlo Valsecchi per il progetto editoriale “Bologna Imago Urbis” realizzato da Silvana Editore e partecipa a Codice Italia Academy a Venezia con Antonio Biasucci. Nel 2017 con Teho Teardo per Camera di Specchi a Trieste e Giulia Marchi per Associazione Cultura e immagine, Si FEST a Savignano.

Andrea Lopetrone

Andrea Lopetrone

San Giovanni in Fiore, 1992. La sua ricerca artistica si incentra sullo studio della luce agendo come un medium visivo, per narrare la realtà ma anche i suoi aspetti più onirici, in chiave riflessiva e metaforica. Oltre agli studi accademici presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, approfondisce e sperimenta diverse tecniche fotografiche e di video ripresa, producendo diversi lavori originali presentati in workshop e seminari dedicati a specifiche tematiche.

Raffaella Losito

Raffaella Losito

Andria, 1990. Attualmente è fotografa freelance. Durante gli studi collabora con diversi festival fotografici, mostre ed istituzioni culturali, come il Festival dei Castel dei Mondi di Andria (dal 2012 al 2016), l'Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro (2013) e il Word Press Photo di Bari (2017). Nei suoi lavori personali utilizza la fotografia per raccontare le persone, la natura, la città, e la relazione che tra di essi si viene a creare.
Inizia i suoi studi sulla comunicazione visiva con la scuola d'arte. A Urbino consegue il diploma accademico triennale in Multimedia Design all'Accademia di Belle Arti e poi quello specialistico in Fotografia dei Beni Culturali all'ISIA.

Vanessa Lucchetti

Vanessa Lucchetti

Fano (PU), 1988. Da sempre appassionata di ambiente e natura, negli ultimi anni insieme all’associazione Argonauta (di cui fa parte) gestisce delle piccole oasi naturalistiche protette a ridosso di Fano. Questi aspetti sono alla base della sua ricerca artistica, dove il sapere scientifico le permette di esplorare il territorio e innescare nuovi collegamenti con il mondo dell’arte. Nel 2015 consegue il Diploma di I livello in Progettazione Artistica per l’impresa, con indirizzo Fotografia presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia. Nello stesso anno si iscrive al corso specialistico di II livello in Fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha partecipato alla Biennale dei Giovani fotografi a Bibbiena nel 2016 e a diverse mostre collettive nella sua città natale, di cui l’ultima anche come curatrice: “Lago Vicini - territori naturali” in collaborazione con la Fondazione Carifano presso il Palazzo Bracci-Pagani nel 2017.

Mattia Parodi

Mattia Parodi

Genova, 1989. Nel 2016 il suo lavoro è stato selezionato per il progetto "Abitare il Deserto", a cura di Cesare Zaffagnini e pubblicato da Osservatorio Fotografico. Sempre nello stesso anno ha preso parte al progetto collettivo "Lacuna/ae. Identità e Architettura Moderna a Venezia" a cura di Eleonora Milner. Si è laureato in Disegno Industriale presso la facoltà di Architettura di Genova nel 2014. Nello stesso anno si trasferisce a Urbino dove frequenta l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) e prende parte a diversi laboratori con autori quali Jason Fulford, Stefano Graziani, Niccolò De Giorgis e Davide Tranchina. Nel 2017 consegue il diploma di II livello in Fotografia dei Beni Culturali. Ha inoltre partecipato ad altri laboratori didattici come “Dolomites” con Domingo Milella, curato da Gianpaolo Arena (Landscape Stories) e “La Fotografia pensa” a cura di Guido Guidi, Cesare Fabbri e Silvia Loddo.

Piergiorgio Sorgetti

Piergiorgio Sorgetti

Atessa (CH), 1988. Attualmente vive e lavora a Bologna. Si laurea a Bologna in Arti Visive e una tesi sui Nuovi Topografi curata dal Prof. Claudio Marra. A Urbino consegue il diploma di II livello in Fotografia dei Beni Culturali all’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA), con una tesi fotografica basata sulla ricerca antropologica di Aby Warburg in relazione ai simboli culturali del territorio, sviluppata insieme a Mattia Parodi e con la supervisione dei relatori Alessandro Carrer e Federico Clavarino. Durante gli anni di apprendimento partecipa a diversi laboratori didattici, alcuni interni al corso di studi Isia – con autori quali Stefano Graziani, Niccolò De Giorgis e Jason Fulford e ad altri esterni, tra cui “Dolomites”con Domingo Milella, curato da Giaxnpaolo Arena (Landscape Stories) e “Looking on a landscape” con gli autori e curatori David Chandler, Jem Southam, Guido Guidi, Antonello Frongia, Luca Nostri, Cesare Fabbri e Silvia Loddo (Osservatorio Fotografico).